Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Lavoro»

Lavoro nero, Gentile: Una piaga sociale da contrastare      
  10 aprile 2009
 

COSENZA. Il lavoro nero è una piaga sociale che va contrastata, perché danneggia fortemente le tantissime imprese regolari che esistono in Calabria e perché umilia migliaia di lavoratori. Lo afferma il consigliere regionale Pino Gentile. Almeno tre punti di Pil vengono annualmmente sottratti dalla concorrenza sleale e su questo - afferma Gentile - è necessario sinergizzare gli interventi istituzionali; la Provincia deve assumere un ruolo fondamentale di supporto alle imprese che vogliono riemergere, usando le armi della persuasione Il decreto Sacconi introduce novità positive- afferma Gentile- preferendo, appunto, la strada del convincimento alla riemersione per le imprese e implementando i fondi della 380/2003, che rimane una buona legge e che consente dilazioni e facilitazioni ai soggetti che scelgono di passare sulla strada della legalità Gentile si dice disponibile a collaborare con la Commissione Regionale sulla emersione, oggi presieduta dal dott. Di Iacovo e chiede alla Giunta regionale di stanziare fondi sufficienti per la Commissione, in previsione di progetti di prevenzione che riguardino le scuole e che sensibilizzino fortemente l?opinione pubblica C?è un altro aspetto drammatico- conclude Gentile- ed inaccettabile che è quello delle morti sul lavoro sul quale il Governo sta intensificando gli sforzi, ed anche questo è un argomento che richiede unità di intenti e non demagogia, alle forze sane e riformiste di ogni schieramento. (10-04-09)

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa