Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Economia»

Regione, successo per lo stand della Calabria allo Slow fish di Genova      
  17 aprile 2009
 

CATANZARO. È partita, alla Fiera di Genova, la quarta edizione di Slow Fish, manifestazione internazionale a cadenza biennale e totalmente dedicata al mondo ittico e alle sue problematiche. La Regione Calabria è presente con uno stand istituzionale allestito dagli assessorati all?Ambiente, all?Agricoltura e al Turismo. Il padiglione, sin dall?inaugurazione, ha registrato la presenza di un gran numero di curiosi e appassionati. Ad accogliere i visitatori l?assessore regionale all?Ambiente Silvio Greco e il dirigente generale del dipartimento Giuseppe Graziano. Ospiti graditi, in questa prima giornata, il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando e il presidente di Slow Food Internazionale Carlo Petrini, i quali sono rimasti particolarmente colpiti dai prodotti calabresi in esposizione e dai video del corallo nero di Scilla che ha avuto notevole rilevanza sulla stampa nazionale e internazionale. Sono momenti che fanno particolarmente bene alla Calabria - ha commentato l?assessore Greco - momenti in cui si veicola un?immagine più che positiva, e i cui riscontri si avranno sicuramente già durante la prossima stagione estiva. È chiaro che il turista di oggi è interessato oltre che al mare e ai monti, anche ai sapori e ai gusti del posto che visita, e la nostra regione, sotto questo aspetto, non ha niente da invidiare a nessuno. A Slow Fish, attraverso convegni, incontri, laboratori e degustazioni, si parla di produzione ittica sostenibile e consumo responsabile relativamente al mare e agli ecosistemi acquatici. Per questo la kermesse è un?importante occasione di dibattito sul futuro di un settore che coinvolge diciotto nazioni, appartenenti all?Ue e non, soprattutto alla luce delle nuove norme più restrittive sulla pesca che entreranno in vigore nel 2010 per i Paesi comunitari che si affacciano sul Mediterraneo. La manifestazione genovese guarda sempre più all?ambiente nella sua totalità, espositori provenienti da diverse nazioni mostrano ai visitatori soluzioni e strumenti utili a migliorare l?impatto delle attività umane sull?ambiente. Proposte semplici e a portata di mano per operatori del settore agroalimentare e consumatori su come risparmiare acqua o energia elettrica, conservare o cucinare i cibi con metodi ecologici, riciclare in modo più efficace e meno complesso, molto altro ancora. (17-04-09)

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa