Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Lavoro»

Lavoro, la Cisl: Accordo importante con la Regione      
  5 maggio 2009
 

CATANZARO. Un accordo istituzionale regionale importante, a giudizio della Cisl Calabria è quello sottoscritto presso il dipartimento regionale al Lavoro tra la Regione Calabria rappresentata dall?assessore al Lavoro e Formazione Professionale Mario Maiolo, e le organizzazioni sindacali confederali dei lavoratori e dei datori di lavoro, relativamente alla gestione delle situazioni di crisi occupazionali ed alla concessione degli ammortizzatori sociali in deroga per l?anno 2009. Un accordo - spiegano Luigi Sbarra, segretario generale Cisl Calabria e Domenico Zannino, segretario regionale con delega al mercato del lavoro - ad integrazione, modifica e completamento di quello provvisorio firmato il 26 febbraio per affrontare adeguatamente, con la messa a disposizione di maggiori risorse finanziarie e con una normativa più consona alla nostra realtà produttiva costituita da piccole aziende, tutte le situazioni di crisi occupazionale vecchie e nuove che si stanno accentuando nella nostra regione attraverso il licenziamento dei lavoratori, per gli effetti negativi dovuti alla crisi finanziaria ed economica italiana ed internazionale. Un accordo sollecitato e rivendicato dalla Cisl regionale per gestire attraverso i trattamenti in deroga mobilità e cassa integrazione guadagni tutte le situazioni e le emergenze occupazionale garantendo ai lavoratori occupati, in particolare nelle piccole aziende e nei settori esclusi dai trattamenti ordinari, un sostegno al reddito con la copertura previdenziale figurativa ai fini pensionistici per l?anno 2009. Con la firma dell?accordo quadro si possono affrontare e definire da subito con riunioni specifiche le tante crisi aziendali ed occupazionali dalla sanità privata alle piccole aziende artigiane e commerciali. Per tutelare temporaneamente i lavoratori e per valutare e programmare azioni di reimpiego, riqualificazione e di reinserimento a breve e medio termine. Un intesa che serve a tamponare gli effetti negativi della crisi economica e finanziaria ma anche sociale, tanto è che in Calabria le difficoltà presenti nel tessuto industriale e produttivo che hanno determinato nel 2008 un aumento dei licenziamenti (settemila posti di lavoro persi) e delle domande di disoccupazione ordinaria all?Inps da 30 a 40mila. L?accordo sottoscritto ieri per la Cisl calabrese è importante e positivo perché rispetto a quello di febbraio aumenta le risorse finanziarie da 10 milioni ad oltre 120 milioni di euro, elimina per la sottoscrizioni degli accordi sindacali in caso di proroga per il 2009, la riduzione del 10% del numero dei fruitori dell?ammortizzatore dell?anno precedente, amplia la platea dei fruitori ai lavoratori somministrati e agli apprendisti. Richieste e rivendicazioni fortemente sostenute dalla Cisl regionale e confederale. Infine la Cisl regionale sollecita il governo nazionale a voler sostenere con maggiore determinazione in sede comunitaria l?utilizzo delle risorse del fondo sociale europeo non solo per le misure legate alle politiche attive del lavoro ma anche per il sostegno al reddito e per progetti di reimpiego di lavoratori espulsi dai circuiti produttivi e dei servizi. (05-05-09)

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa