Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Lavoro»

La Fisascat-Cisl: Risolvere la vertenza degli ex lsu del Parco del Pollino      
  6 maggio 2009
 

CATANZARO. Il tempo delle promesse è finito. La risoluzione della vertenza degli ex Lsu del Parco del Pollino non è più procrastinabile. Lo afferma, in una nota, il segretario generale della Fisascat-Cisl Calabria, Gianluca Campolongo. Non servono soluzioni pasticciate da parte della Regione Calabria - aggiunge - ma un?idea unica e omogenea per tutti i lavoratori. Per discutere del futuro occupazionale degli ex lsu del Parco del Pollino, la Fisascat Calabria, a distanza di dieci giorni, richiede un incontro alla Regione. Se entro venerdì 15 non riceveremo alcuna comunicazione da parte dell?assessorato al Lavoro, ci autoconvocheremo presso la sede della Regione. Nel contempo - afferma ancora Campolongo - chiediamo al presidente dell?Ente Parco del Pollino, Domenico Pappaterra, di assumere una posizione chiara e decisa in merito al riutilizzo nell?ente dei lavoratori. Ai progetti non crediamo più. Chiediamo al presidente del Parco del Pollino un incontro per cercare insieme una soluzione. Gli ex Lsu potrebbero essere utilizzati all?interno dell?Ente Parco con mansioni relative alla tutela e supervisione della sentieristica, dei centri visita e delle biomasse. In attesa di un riscontro da parte della Regione Calabria - conclude il segretario della Fisascat - facciamo appello alla sensibilità della Regione e al presidente Pappaterra affinché queste professionalità non vadano disperse. (06-05-09)

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa