Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Lavoro»

Lsu-Lpu: Loiero vola a Bruxelles      
  9 settembre 2008
 

Il presidente ha incontrato il comissario agli Affari Sociali dell’Ue, Spidla, per cercare di recuperare 187 milioni di euro

CATANZARO. Il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero ha incontrato a Bruxelles il commissario Ue agli Affari sociali Vladimir Spidla. Al centro della riunione i fondi europei e in particolare i 187 milioni di euro di finanziamenti comunitari per progetti relativi a lavori socialmente utili e di pubblica utilità (Lsu-Lpu) che la Commissione ha chiesto alla Regione di eliminare dalla domanda di pagamento 2005. Si tratta dei fondi - si legge in una nota stampa dell?ufficio del portavoce del presidente Loiero - che la giunta Chiaravalloti non è stata in grado di utilizzare e che il presidente Loiero sta tentando con tenacia di recuperare. Abbiamo spiegato le nostre ragioni - ha dichiarato il presidente Loiero al termine dell?incontro -, non ultima quella che questa situazione, con questo grado di drammaticità, l?abbiamo ereditata. Del Fondo sociale europeo - ha aggiunto il presidente della Regione Calabria -, quando ci siamo insediati erano stati spesi solo 55 milioni di euro a fronte di risorse disponibili per tutto il periodo di programmazione pari a 606 milioni di euro. Una Waterloo per la giunta di centrodestra e il suo assessore al lavoro e alle politiche sociali, una missione onerosa per chi doveva lavorare per salvare il salvabile. Il presidente Loiero ha inoltre spiegato al commissario Spidla che ci sono state anche carenze negli interventi Ue che hanno determinato una condizione difficile che il suo governo si è trovato a gestire. Abbiamo dimostrato comunque segnali di novità sostanziali - ha rimarcato Loiero - che meritano quantomeno fiducia, con una proroga nella rendicontazione per potere concludere il programma di spesa, già approvato dai tecnici di Bruxelles, e recuperare il massimo possibile. Dal canto suo il commissario Vladimir Spidla ha riconosciuto gli sforzi che l?amministrazione Loiero ha compiuto fin dal suo insediamento, ribaltando completamente la situazione rispetto al precedente governo di centrodestra. Per questo motivo noi possiamo collaborare con voi - ha detto Spidla rivolgendosi a Loiero - rimettendo mano a tutta la situazione precedente che avete ereditato. Ho registrato tutte le richieste da lei fatte - ha aggiunto - e i miei uffici faranno presto una valutazione. Ad ogni modo - ha concluso Spidla - faremo del nostro meglio, nel quadro giuridico esistente e fino al limite, proprio per i risultati che il suo governo ha raggiunto in questi 3 anni. Loiero ha poi incontrato, assieme all?assessore al lavoro Mario Maiolo, il rappresentante permanente dell?Italia presso la Ue Ferdinando Nelli Feroci al quale ha illustrato i cambiamenti intervenuti in Calabria per la programmazione dell?utilizzo dei fondi Ue 2007-2013. Che cosa ha trovato, infatti, il governo Loiero come punto di partenza nel 2005? Una eredità pesantissima - si legge ancora nella nota stampa dell?ufficio del portavoce - sono una spesa bassa, blocco dei pagamenti, nessuna affidabilità da parte dell?Europa per mancanza di controlli e per una gestione del programma del Fondo Sociale Europeo del POR Calabria 2000-2006 inadeguata che non ha permesso di utilizzare nei tempi e nelle modalità corrette le risorse del Fondo Sociale Europeo in una Regione, la Calabria, che sicuramente ne ha un bisogno estremo. Quando ci siamo insediati - ha affermato Agazio Loiero da Bruxelles nell?incontro col Commissario Europeo per l?Occupazione, gli Affari Sociali e le Pari Opportunità, Vladimir Spidla - abbiamo trovato una situazione molto complicata. Una mission onerosa per chi doveva lavorare per salvare il salvabile. Ora stiamo tentando una disperata azione diplomatica per scongiurare il disimpegno di fondi europei incagliati già nella passata gestione di governo regionale di centrodestra e dopo tre anni e mezzo di interruzione dei flussi finanziari dall?Europa durante i quali la regione ha dovuto far fronte alle spese con fondi di bilancio. La Calabria - ha sostenuto Loiero davanti a Spidla - in questo tre anni è diventata virtuosa. E gli ha ricordato le politiche per la scuola, per la formazione, per il lavoro, per la conciliazione, per l?inclusione sociale. Penso in definitiva - ha detto ancora Loiero - a tutte le azioni che abbiamo messo in campo in quest?ultimo anno e che continueremo, potenzieremo e completeremo con il POR Calabria FSE 2007-2013. Penso a tutti i nostri ragazzi, ai nostri giovani, alle nostre aziende, alle donne della Calabria che oggi possono affermare di avere il supporto della loro Istituzione, della loro Regione per costruire il loro futuro. (09-09-2008)

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa