Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Lavoro»

Turismo, Censore: “Assurdo il possibile calo di occupazione a Tropea”      
  18 ottobre 2011
 


REGGIO CALABRIA. “Siamo dentro un paradosso: paventare il calo dei livelli occupazioni nel settore turistico, ancor di più a Tropea che una delle mete più gettonate della Calabria, è veramente assurdo”. È quanto afferma il consigliere regionale del PD Bruno Censore in una dichiarazione in cui esprime solidarietà “ai 150 lavoratori dell’Hotel Rocca Nettuno che rischiano - afferma Censore - di perdere il posto di lavoro dopo che il tour operator Fti, che utilizzando i vettori aerei dell’Air Berlin garantisce alla Calabria un milione di presenze tedesche, ha deciso di spostare altrove, già dalla prossima stagione estiva, il proprio flusso turistico”. “È evidente - aggiunge Censore - che quello che sta avvenendo oggi a Tropea e che può avvenire a cascata anche in altre località della Calabria pone un problema di carattere politico. Il turismo va ripensato quale strumento di sviluppo economico per tutta la regione. Ci sono, per nostra fortuna, tutte le condizioni perché questo avvenga, ma occorre che siano gettate le basi per un’inversione di tendenza. La strategia vincente è anche quella di rendere il nostro territorio più appetibile ai tour operator”. “Per questa ragione - dice ancora Censore - in vista della definitiva approvazione del Piano regionale di Sviluppo turistico sostenibile, il cui obiettivo è di accrescere la competitività nazionale e internazionale della Calabria, ho già presentato nei giorni scorsi un emendamento, che spero che la maggioranza faccia proprio, con il quale chiedo al Consiglio regionale che la dotazione finanziaria a sostegno della domanda turistica sia portata dagli attuali ed esigui 800 mila euro previsti dal Piano a dieci milioni in modo tale da permettere di inserire i prodotti turistici delle aree a maggiore attrattività turistica all’interno di appropriate reti commerciali e di attribuire incentivi ai principali tour operator per facilitare, così come me è avvenuto finora, il trasporto aereo internazionale verso la Calabria”.

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa