Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Informazione»

L’ultimo commosso saluto dei giornalisti calabresi a Franco Falvo      
  24 ottobre 2011
 


Amici, parenti e colleghi hanno reso lunedì mattina, nella Chiesa di San Giovanni Battista a Cosenza, l’estremo saluto a Franco Falvo, spentosi sabato scorso. Franco Falvo, nato a Pedivigliano, in provincia di Cosenza, l’11 aprile 1923, era giornalista professionista dal 2 novembre 1946 e figurava al numero 1 del relativo elenco dell’Ordine dei giornalisti della Calabria. Tra i fondatori del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, al Congresso di Vibo Valentia dell’8 e 9 marzo 1974, è stato componente del primo Consiglio Direttivo. Giornalista cattolico, è stato presidente della Sezione Calabria Nord dell’Unione Cattolica Stampa Italiana. Laureato in giurisprudenza, era stato corrispondente da Cosenza dell’agenzia di stampa Ansa dal 1949 al 1964 e dei quotidiani “La Gazzetta del Mezzogiorno” e “Il Giorno” dal 1975 al 1988. Approdato in Rai, aveva scalato tutti i gradini fino ad arrivare a quello di capo redattore della sede regionale della Calabria, incarico ricoperto dal 26 luglio 1978 al 1 luglio 1986. Autore di diverse pubblicazioni, è stato un punto di riferimento per quanti hanno scritto o si sono voluti documentare sul giornalismo calabrese. Il profondo cordoglio alla famiglia è stato espresso da centinaia di persone che avevano conosciuto Franco Falvo e ne avevano apprezzato il rigore civile, morale e professionale. Ad esprimere il cordoglio di tutti i giornalisti calabresi avevano pensato il Presidente dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri, e ill segretario del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi. “Con la scomparsa di Franco Falvo –ha detto il Presidente dell’Ordine, Giuseppe Soluri- l’Ordine dei giornalisti della Calabria perde davvero un Numero 1. Non tanto e non solo perché Ciccio Falvo era il più anziano iscritto tra i giornalisti professionisti della nostra regione, ma anche e soprattutto per le qualità umane, i valori civili e professionali che Franco Falvo ha incarnato e fatto propri per un’intera vita. I suoi consigli da fratello maggiore, le idee che anche nella fase crepuscolare della sua esistenza andava sostenendo, hanno rappresentato per tutti noi –ha aggiunto Giuseppe Soluri- un punto di riferimento importante che da oggi in avanti ci mancherà”. “Il giornalismo calabrese –ha affermato dal canto suo il Segretario del sindacato, Carlo Parisi - perde uno dei suoi figli più cari. Profondamente appassionato del suo mestiere, non perdeva occasione per contattarmi telefonicamente suggerendomi idee e, soprattutto, segnalandomi disfunzioni o derive di una professione che, ci teneva a sottolineare, deve risvegliare il sano orgoglio dell’appartenenza ad una categoria al servizio della gente”. A rappresentare l’Ordine dei Giornalisti della Calabria ai funerali di Franco Falvo sono stati il segretario Pino Greco ed il revisore Vincenzo D’Atri.

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa