Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Politica»

L’ordine dei giornalisti: “No a tentativi di condizionamento”      
  11 giugno 2009
 



CATANZARO. Il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Calabria lancia l’allarme sui “tentativi di condizionamento” messi in atto nella regione contro alcuni operatori dell’informazione. Il Consiglio, presieduto da Giuseppe Soluri, in un documento, parla di “pericolo di restringimento degli spazi di democrazia” ed esprime “profonda preoccupazione per i continui e pesanti tentativi di condizionamento subiti da colleghi che svolgono il loro lavoro dando ragione delle attività istituzionali, pur richiamando i colleghi ad osservare sempre e comunque la deontologia professionale”. “Stanno ormai diventando frequenti - prosegue - gli attacchi personali ai tanti cronisti che raccontano la vita di molti comuni della Calabria, com’é avvenuto recentemente a Gioia Tauro, dove il corrispondente di Calabria Ora, Agostino Pantano, minacciato, è stato costretto ad uscire dall’aula consiliare perché le sue cronache dal “palazzo” non sarebbero state gradite ad alcuni amministratori. Lo stesso atteggiamento di aggressività lo hanno dovuto scontare anche altri colleghi di Reggio Calabria chiamati a raccontare l’attività istituzionale di quel comune”. “Non tollereremo più - conclude il documento - il ripetersi di atteggiamenti minacciosi verso colleghi che fanno correttamente il loro lavoro”.

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa