Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Cultura»

Reggio Calabria/ Al via Tabularasa, la paura il tema della edizione 2014      
  1 luglio 2014
 


REGGIO CALABRIA. È giunta al via l’edizione 2014 di Tabularasa, la rassegna letteraria giunta alla quinta edizione ed il cui programma è stata presentato a Reggio Calabria. A raccontare il programma e come sarà strutturata l’intera rassegna culturale i curatori del festival, Giusva Branca e Raffaele Mortelliti. “Il tema di quest’anno non nasce a caso - ha detto Branca -. Abbiamo posto al centro delle diverse serate la Paura, intesa come momento di sbandamento dell’età che viviamo, ma non solo. La paura, in via ottimistica, vista come opportunità per reagire e per superarla. Per far ciò bisogna solo prendere coscienza delle cose e parlare, discutere delle problematiche. Il palco di Tabularasa nasce per questo”. La rassegna si terrà prevalentemente a Reggio Calabria, alla Torre nervi “La Luna Ribelle”, ma le location saranno anche altre. Per il secondo anno, infatti, Tabularasa, “si avvale - ha continuato Branca - della partnership dell’Ente Parco d’Aspromonte, che ci onora della sua attenzione e che sarà protagonista di 4 serate. Una a Reggio Calabria, due a Gambarie ed il 29 a Gerace, perla del territorio e per il Parco stesso”. Un programma quello di quest’anno “che non è stato facile realizzare” ha sottolineato Mortelliti. “Organizzare eventi come Tabularasa, senza il sostegno di alcun ente, ad eccezione del Parco d’Aspromonte, è estremamente difficile - ha continuato Mortelliti -. Tabularasa è uno dei volani di sviluppo per il territorio. Completamente gratuito, nasce per la comunità con un’organizzazione democratica ed io sono soddisfatto del fatto che imprenditori locali, abbiano deciso di sostenerci. Alcuni attori locali, mi fa piacere dirlo, hanno creduto che Tabularasa possa essere una rassegna per non rassegnarsi”. “Perché la Paura? - ha aggiunto Mortelliti -. Non è un tema a caso. Abbiamo bisogno di creare un antidoto alla paura e questo può avvenire solo con meccanismi di tipo culturale che superano le normali logiche dell’entertainment”. Tabularasa, si arricchisce, anche quest’anno, di diverse sezioni tematiche collaterali, che contribuiscono alla stesura dell’intero programma: “Alone”, “Carnefresca”, “Campo Sud”, “Strillaerischia” e “Kids”. “Su quest’ultimo, in particolare, abbiamo investito con grande convinzione scommettendo sulla possibilità di andare oltre le consuete logiche di intrattenimento per i più piccoli”. Il 2014 è anche l’anno della sinergia “con Varese News - ha concluso Mortelliti -. Cercheremo, con il coinvolgimento di giornalisti provenienti dalle realtà Lombarde, gemellando Strill.it con il più letto giornale online nazionale, di indagare il territorio Calabrese, di farlo attraverso i loro occhi, ma anche con il supporto di giornalisti calabresi”.


 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa