Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Economia»

Il ministro Lanzetta: “Il porto di Gioia Tauro elemento fondante per il rilancio del Sud”      
  2 settembre 2014
 


GIOIA TAURO. Il Ministro agli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta ha fatto visita, in forma privata, all’Autorità portuale di Gioia Tauro e della Calabria accolta dal commissario straordinario Giovanni Grimaldi. “Nel corso dell’incontro - riporta un comunicato dell’Autorità portuale - il titolare degli Affari regionali ha potuto toccare con mano le peculiarità del porto di Gioia Tauro illustrate dall’ing. Grimaldi che ha sottolineato l’importanza dello scalo, primo hub di transhipment a livello nazionale e tra i principali nel circuito internazionale dei traffici nel Mediterraneo. Nel fare gli onori di casa, Grimaldi ha accompagnato il Ministro in un tour all’interno del porto dove con una motovedetta, accompagnati dal comandante della Capitaneria di Porto di Gioia Tauro, Davide Giuseppe Barbagiovanni Minciullo, è stato possibile illustrare direttamente l’imponenza dello scalo portuale e della sua infrastrutturazione. Dal canto suo, il ministro Lanzetta, nell’apprezzare l’organizzazione dell’infrastruttura, ha posto la sua attenzione sull’importanza dello scalo calabrese per lo sviluppo del Paese e, principalmente, del Mezzogiorno d’Italia”. “Conoscevo, chiaramente, il porto di Gioia Tauro - ha detto Lanzetta - oggi visitandolo personalmente ho avuto modo di constatarne la sua imponenza e la sua strategicità. Sono convinta che questa realtà portuale vada sostenuta con azioni mirate. Il mio impegno è, certamente, rivolto alla sua valorizzazione in ambito governativo perché nutro la ferma convinzione, pienamente condivisa a livello centrale, del valore della sua missione rivolta allo sviluppo economico non solo della Calabria ma dell’intero Mezzogiorno. Il porto di Gioia Tauro è un elemento fondante per la politica di rilancio del Sud per il quale deve essere considerato un principale punto di riferimento”. “Convinta della sua missione rivolta oltre i confini regionali, toccando interessi nazionali e internazionali - ha aggiunto il ministro - il porto sarà altresì sostenuto perché deve essere messo in condizioni di dare risposte al territorio che lo ospita in termini di occupazione e di sviluppo socio-economico”. “La visita si è conclusa - riporta ancora il comunicato - con un incontro ristretto tra il commissario Grimaldi e il ministro Lanzetta che si sono soffermati su varie tematiche relative alla portualità italiana e, quindi, alla riforma di settore in corso. Grimaldi ha, infine, illustrato al Ministro le caratteristiche della Port Authority, da lui guidata, che estende la propria circoscrizione a cinque porti calabresi (Gioia Tauro - Crotone - Corigliano Calabro - Palmi e Villa San Giovanni), impegnati in diversi settori dei trasporti, che si affacciano sia sulla sponda tirrenica che ionica della Calabria”.


 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa