Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Politica»

Fondi Ue, la Cisl: “La Calabria rischia di perdere la sfida decisiva”      
  8 settembre 2014
 


CATANZARO. “L’allarme lanciato di recente dall’assessore al ramo sul rischio concreto del mancato raggiungimento del target di spesa dei Fondi comunitari 2007-2013, se confermato, rappresenterebbe una grave sconfitta per la nostra Regione”. Lo affermano in una nota il segretario generale della Cisl Calabria, Paolo Tramonti ed il segretario regionale Rosy Perrone. “La Cisl da tempo - si legge in una nota stampa - sta esprimendo, anche formalmente, profonda preoccupazione riguardo il raggiungimento degli obiettivi di spesa sulla programmazione 2007-2013. Per questi motivi, com’è a conoscenza, di seguito al comitato di sorveglianza del 24 giugno scorso la Cisl ha ufficialmente richiesto appositi incontri alla presenza dei direttori di settore e dei responsabili di procedimento proprio allo scopo di analizzare le cause dei ritardi, attraverso specifici approfondimenti sia dei grandi progetti che di quelli superiori a 5 mln di euro. A fronte di tutto ciò la Cisl Calabria rinnova la richiesta di convocazione urgente del partenariato economico-sociale in modo da porre fine all’attuale stato di indeterminatezza dando finalmente risposte serie e concrete ai calabresi. Per la Cisl infatti il ruolo del partenariato economico-sociale va rilanciato ed è fondamentale ai fini di una programmazione che deve essere sempre più condivisa e partecipata, nella consapevolezza che sul pieno e corretto utilizzo dei fondi comunitari si gioca una sfida decisiva per la Calabria, che attraverso questa opportunità ha forse l’ultima possibilità per recuperare gli atavici ritardi strutturali e colmare i differenziali di sviluppo con le altre aree del Paese e dell’Europa”.



 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa