Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Economia»

Scopelliti: “La sanità è ferma perché manca il commissario e nessuno protesta”      
  9 settembre 2014
 


CATANZARO. “La sanità calabrese è ferma perché manca il commissario. E nessuno, da quattro mesi, reclama sul fatto che a Roma se ne freghino della nostra terra”. Lo ha detto l’ex presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, conversando con i giornalisti a Catanzaro a margine della conferenza stampa della Regione Calabria per la firma del contratto per i lavori del nuovo ospedale della Sibaritide. Secondo Scopelliti, che è anche l’ultimo commissario della sanità, “non c’è un atto prodotto in materia di sanità e nessuno si preoccupa. Io ho tempestato il ministro della Salute e l’ho fatto da semplice cittadino, ma mi chiedo chi pagherà per i ritardi e le inadempienze legate proprio alla mancanza del commissario?”. L’ex governatore ha, quindi, sottolineato che “se la Calabria chiuderà il 2014 con un avanzo di amministrazione, risultato epocale, vorrà pur dire che c’è stato qualcuno che ha fatto sacrifici e si è preso le botte”. Per quanto riguarda l’attuale impegno ha aggiunto: “Con la presidente Stasi ci sentiamo solo per sapere come si sta e perché facciamo parte entrambi dello stesso partito, nient’altro”.

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa