Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Regione»

Scuola: Laratta (Pd), in Calabria studenti e docenti in lutto      
  1 settembre 2008
 

CATANZARO. Docenti, studenti e genitori, al primo giorno di scuola in Calabria con la fascia nera al braccio. E con loro sindaci e istituzioni. È questa la provocazione che lancia il parlamentare del Pd, Franco Laratta, in risposta ai tagli del governo all?istruzione. Gridiamo così la rabbia della nostra regione - aggiunge - che tra il 2008 e il 2009 vedrà cadere sotto la scure del ministro Tremonti, nel pieno silenzio-assenso del ministro Gelmini, centinaia di cattedre e posti di lavoro; vedrà la lenta agonia e la chiusura di centinaia di istituti scolastici che non raggiungeranno i 600 alunni. In una regione in cui l?80 percento dei comuni non supera i 5000 abitanti, questo significa la fine dell?istruzione di massa. La scuola sarà soltanto fruita da coloro che vivono nelle grandi città. Per cui tanti piccoli comuni, senza scuole e senza servizi essenziali, rapidamente saranno destinati all?oblio. Mentre la Regione Calabria investe molte risorse in cultura, formazione e ricerca, gli effetti della grande manovra finanziaria di Tremonti saranno devastanti. Noi l?avevamo denunciato immediatamente. Ma non siamo stati creduti. Istruzione e sicurezza saranno i nodi debolissimi di una regione già fortemente penalizzata come la Calabria: avremo meno scuole, meno agenti di polizia e meno magistrati - conclude Laratta - con il risultato di una terra meno istruita e maggiormente insicura. Ma di quale federalismo fiscale stiamo parlando?. (01-09-2008)

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa