Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Lavoro»

Lavoro: Cisl, l’accordo sui precari è un atto di grande rilevanza      
  24 ottobre 2008
 

CATANZARO. La firma della Convenzione tra Ministero del Lavoro e Regione Calabria sulla stabilizzazione dei precari calabresi che mette in campo 60 milioni di euro è un atto di grande rilevanza dal punto di vista politico e sociale. Lo afferma il segretario della Cisl Calabria, Luigi Sbarra. Avevamo sollecitato da tempo come Cisl - continua - la necessità che Governo e Regione sottoscrivessero questo provvedimento. Le risorse individuate erano frutto di quella grande iniziativa di mobilitazione che tenemmo a gennaio 2007 con la manifestazione regionale di tutti i precari a Catanzaro. A febbraio fummo convocati dal ministro Damiano al ministero del Lavoro e, tra l?altro, convenimmo insieme, Regione, Governo e Sindacati, che il ministero del Lavoro metteva 60 milioni a disposizione della Regione per sostenere i percorsi di stabilizzazione. È sicuramente un segnale importante realizzato grazie alla tenacia dei lavoratori, del sindacato e della giunta regionale che assicura le risorse necessarie alla Calabria per proseguire i percorsi di stabilizzazione di Lsu-Lpu. Ma la strada, purtroppo, è ancora tutta in salita. Altri 5.600 Lsu ed Lpu, secondo i dati in nostro possesso, aspettano da quasi 15 anni di incrociare il tanto agognato sogno di un lavoro stabile, duraturo, contrattualizzato. Continuiamo la nostra battaglia finalizzata a conseguire il risultato che entro la fine della legislatura regionale tutti i precari devono essere stabilizzati. Occorre quindi sostenere da un lato la necessità di maggiori risorse ed investimenti da parte del Governo Nazionale e dall?altro riconquistare i 187 milioni fermi all?Ue. Si tratta di risorse del Por 2000-2006 sul fondo sociale europeo che non sono stati impegnati ed utilizzati dalla precedente Giunta regionale e che noi chiediamo siano sbloccati e rimessi a disposizione della Calabria per sostenere i percorsi di stabilizzazione. Tali finanziamenti della Ue unitamente ai 60 milioni del Governo rappresentano un volume di risorse significative che può dare luogo ad ulteriore azioni di superamento del precariato. Nell?apprezzare ed esprimere soddisfazione per l?avvenuta sottoscrizione della convenzione sollecitiamo Giunta e Commissione Europea a definire le azioni finalizzate allo sblocco dei 187 milioni al fine di dare slancio e vigore alle azioni di stabilizzazione dei precari calabresi. Chiederemo all?Assessore Regionale al Lavoro di attivare urgentemente una riunione per concertare e definire le modalità attuative e l?utilizzo di queste risorse affinchè anche per il prossimo anno prosegua speditamente l?azione di stabilizzazione. In ogni caso - conclude - va riconosciuta al Presidente della Giunta Regionale Loiero ed al Sottosegretario al Lavoro Viespoli la responsabilità e l?impegno che ha determinato la firma della convenzione. (24-10-08)

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa