Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Economia»

Crisi finanziaria: Ruberto (Mpa), situazione Sud si aggrava      
  24 ottobre 2008
 

CATANZARO. La difficile e ancora non risolta crisi finanziaria mondiale rischia di aggravare la già difficile situazione del credito nella nostra Provincia, e più in generale nella regione e nel Meridione. Lo afferma in una dichiarazione, il consigliere provinciale Pasqualino Ruberto anche nella sua qualità di commissario provinciale dell?Mpa, il quale annuncia che chiederà, nei prossimi giorni, all?Assessore Provinciale alle Attività Produttive, Roberto Costanzo ed al Presidente Wanda Ferro di farsi promotori di un incontro con il Governatore Agazio Loiero, i rappresentanti istituzionali delle altre Province, i rappresentanti delle Associazioni degli industriali, dell?artigianato e del commercio al fine di individuare con urgenza le risorse e le modalità di utilizzo delle stesse, per arginare quella che in questo momento è l?emergenza delle emergenze, cioè l?accesso al credito. Ruberto spiega che la Banca d?Itali ha rilevato nell?ultima indagine trimestrale sul credito bancario in Italia, un irrigidimento delle condizioni di concessione del credito per la quarta rilevazione consecutiva, tale irrigidimento può produrre effetti disastrosi sull?economia della nostra Regione. In questo momento storico, aggiunge il consigliere e commissario provinciale dell?Mpa, più che in passato, per l?erogazione del credito o per il mantenimento dello stesso, le banche richiedono maggiori garanzie patrimoniali e bilanci floridi, ma la recessione che stiamo già affrontando non può che deprimere i consumi delle famiglie e i fatturati delle aziende e dunque i loro bilanci. Ci chiediamo - si domanda - come possa il sistema bancario, in questo contesto economico e sociale, richiedere ai nostri imprenditori il rispetto di parametri di bilancio come quelli previsti da Basilea 2. A giudizio di Ruberto, prima è necessario assicurare ai nostri territori parità di condizioni rispetto al Nord, in termini di tassi d?interesse, legalità ed infrastrutture. A giudizio di Ruberto il Sud ha bisogno di un istituto bancario che faccia gli interessi del Sud, che sia capace di raccogliere denaro al Sud e sia capace di reinvestirlo localmente; lo sviluppo della nostra terra richiede sì legalità ed infrastrutture, ma anche capitali, ed è per queste ragioni che riteniamo fondamentale la nascita della Banca Del Sud, così come prevista nella Finanziaria 2008. Per Ruberto un sistema bancario sano e promotore di sviluppo dovrebbe adottare un atteggiamento innovativo, legando la concessione dei prestiti non solo alle ipoteche, ma anche alle potenzialità di sviluppo delle aziende. Le banche - evidenzia - tornino ad essere tali, concedano credito ai progetti di imprenditori seri e rischino con loro. (24-10-08)

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa