Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Economia»

Rating1 per tre aziende calabresi      
  4 novembre 2008
 

VIBO VALENTIA. Va a tre aziende calabresi particolarmente solide e virtuose il Rating1 di Dun&Bradstreet, prestigioso attestato che certifica il massimo grado di affidabilità economico-finanziaria di una società. La cerimonia di consegna avverrà in uno scenario di indubbio rilievo, l?Assemblea Generale della Confindustria di Vibo Valentia prevista per oggi pomeriggio. L?Italia... senza il Sud? Una riflessione su federalismo, welfare e crescita economica è il tema del pomeriggio di dibattito e confronto, a cui sono attesi la Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, i Ministri per lo Sviluppo economico e la Semplificazione normativa, Claudio Scajola e Roberto Calderoli, i Governatori della Sicilia e della Calabria, Raffaele Lombardo e Agazio Loiero, il Segretario nazionale Cisl Raffaele Bonanni. Dun&Bradstreet è leader mondiale nel settore della business information e offre dati e servizi alle aziende a sostegno delle loro politiche di marketing e delle scelte di business, attraverso un database di circa 125 milioni di aziende a livello mondiale. In Italia è presente dalla metà degli anni ?60 e conosce le posizioni, verificate e aggiornate, di oltre 3,5 milioni di aziende. Il Rating 1, il più alto che si possa conseguire, è un indicatore sintetico di affidabilità e solidità economica che deriva dal D&B Failure Score, calcolato in base ad una serie di variabili finanziarie. L?attestato di Rating 1 sarà consegnato alle aziende Giacinto Callipo Conserve Alimentari Spa, COF (Confezionamento Ortofrutticoli Freschi) Srl e Lo Gatto Srl dalla Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia e da Erminia Sparacio, responsabile per Dun&Bradstreet delle relazioni con Confindustria. Le aziende calabresi prescelte per la premiazione spiccano per le loro performance brillanti ed in perfetto stato di salute economica tra i 2.823 Rating 1 assegnati in tutta la Calabria, cioè il 3,1% del campione analizzato, pari a 90.015 imprese. Se si considera tutto il territorio italiano - commenta Erminia Sparacio - le aziende che hanno meritato il Rating1 sono 151.247, cioè il 9% del campione analizzato, pari a circa 1 milione e 700.000. Al Sud la percentuale scende attorno 3-3,5%, ad eccezione della Campania dove purtroppo si cala ulteriormente, fino al 2,4%. Inutile dire che si tratta di un gap che bisogna sforzarsi di colmare, ma le cifre fanno risaltare ancora di più l?eccellenza delle tre aziende che premiamo oggi. (04-11-08)

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa