Sei qui: HOME

Primo piano


Vai alle altre notizie di «Economia»

Agricoltura: Confagricoltura Calabria, Italia in primo piano      
  10 novembre 2008
 

CATANZARO. Nell?ambito della cornice internazionale, l?Italia può e deve svolgere un ruolo di primo piano, perché dalle sfide di questi anni possono scaturire reali opportunità di crescita, con l?agricoltura posta al centro delle scelte di politica economica, ma anche con la previsione di adeguati strumenti per lo sviluppo occupazionale e la promozione dell?agroalimentare italiano. Così il presidente di Confagricoltura Calabria Francesco Macrì ha commentato i lavori della conferenza di programma dell?organizzazione degli imprenditori agricoli tenutasi a Padova, alla quale è intervenuto assieme ai presidenti e direttori delle Unioni provinciali agricoltori calabresi. Il presidente Vecchioni - prosegue Macrì - ha ragione quando afferma che gli imprenditori devono avere i piedi nella tradizione, ma soprattutto la testa nell?innovazione, affinché si facciano interpreti di un percorso virtuoso, in cui le imprese, sempre di più indirizzate verso l?efficienza e la professionalità, devono essere responsabili di un salto culturale e produttivo per evitare di rimanere ai margini di una economia globalizzata, dimostrando di saper interpretare al meglio i nuovi orientamenti della politica agricola comunitaria e nazionale. La conferenza è stata dedicata anche all?esame degli aspetti organizzativi: si è voluto soprattutto rimarcare la natura della Confagricoltura, come soggetto politico che è consapevole di rappresentare 20 milioni di giornate di lavoro pari al 66% di quello dipendente in agricoltura. Questa è l?immagine reale dell?agricoltura, al di là delle favole dei cantastorie; è il vero spartiacque tra l?impresa e la politica sociale e le iniziative extragricole. L?obiettivo di fondo della conferenza - sottolinea Macrì - è stato quello di elaborare una strategia per adeguare la nostra Organizzazione alle aspettative ed ai mutati interessi delle imprese agricole, che preveda, inoltre, un rinnovato e forte processo di fidelizzazione della base associativa. Riguardo invece le problematiche agricole regionali, il presidente Macrì precisa che l?agricoltura calabrese deve rappresentare una grande ricchezza per l?economia del Paese ed in questo contesto l?integrazione tra le attività agricole, in una logica di filiera produttiva, si può tramutare in un vantaggioso strumento di sviluppo, in cui una moderna cultura imprenditoriale costituisce un valore aggiunto. Il presidente di Confagricoltura Calabria rivolge infine un invito alle istituzioni a porre al centro della politica regionale l?agricoltura che fornisce un apporto insostituibile in termine di occupazione, di sviluppo eco-sostenibile. (10-11-08)

 
condividi    OKNOtizie Facebook MySpace LinkedIn Del.icio.us Stampa